Intervista al D.G. Luigino Ferrari.

Pubblicata in data 06/06/2006

Sala stampa del Fausto Coppi, con noi il Direttore Generale del Derthona, Luigino Ferrari: 

- Sei stato uno dei protagonisti ed artefici di questo nuovo assetto societario, una trattativa lunga, che alla fine ha trovato la soluzione giusta?

FERRARIi - Si, ma i protagonisti veri sono stati la famiglia Icardi, Rossi e Valsorda. Io ero presente sempre a queste riunioni per cercare di chiarire e far quadrare le situazioni, in quanto Rossi e Valsorda erano di nuova entrata rispetto alla famiglia Icardi ed era necessario far luce su certe realtà della stagione appena conclusa.

- Alla fine si è raggiunto una soluzione ottimale per il futuro del Derthona?

FERRARI – Sì, dopo questa estenuante trattativa si è adottata una soluzione ottimale, cioè la famiglia Icardi rimane proprietaria del Derthona Calcio, mentre Rossi e Valsorda entrano come sponsor nella gestione della prima squadra. Una soluzione che certamente porta avanti il nome del Derthona in funzione del centenario.

- Conclusa positivamente la trattativa si è partiti diciamo in “quarta” e si è passati alla costruzione del nuovo Derthona, in primo luogo si è scelto il mister, ed è arrivato un motivatissimo Stefano Civeriati, protagonista di due esaltanti stagioni a Sale

FERRARI - Sì, un allenatore, certamente un professionista, che ci ha subito segnalato i giocatori necessari al suo modulo di gioco, ed al suo modo di vedere il calcio, la nuova società ha accontentato o sta per accontentare quasi tutte le sue scelte, comunque una persona oltre che un mister su cui faremo molto affidamento perché è molto preparato.

- Un allenatore ambizioso che vuol crescere professionalmente, che ha sposato appieno i progetti della società e che sembra soddisfare la piazza, cosa importante anche perché oltre a ricostruire la squadra c’è anche da ricostruire il rapporto con i tifosi

FERRARI - Sicuramente i tifosi sono il dodicesimo giocatore, e sono indispensabili per il Derthona, Civeriati aveva concluso a Sale un ciclo favoloso per una realtà così piccola, e si appresta con ottime intenzioni a iniziarne un altro, speriamo ancora più esaltante, a Tortona.

- Seguendo l’input del mister si è cominciato a costruire la nuova rosa, dal Salepiovera è arrivata una pattuglia importante di giocatori a lui noti 

FERRARI – Si sono arrivati Balestra, centrale difensivo, Cardinali, centrocampista, Manstretta altro difensore, classe 86, Bruscaglia esterno e proprio in queste ultime ore è stato concluso l’ingaggio di Berberi, giovane punta dell’86, che si è conquistato il posto da titolare nel finale di campionato, segnando 11 goal, un ragazzo molto umile, dotato fisicamente, che avrà sicuramente un avvenire come giocatore.

- Ci sono state anche delle riconferme dal vecchio Derthona?

FERRARI - Della vecchia rosa bianconera sono stati confermati due senatori quali Esposito e Musumeci, mentre dei giovani andranno in ritiro con Civeriati sicuramente Forni, Raccone, Martello De Filippo; per Stramesi è stato raggiunto l’accordo col giocatore, c’è solo da definire dei dettagli con la Juventus, cosa che faremo a breve.

- Civeriati ha fatto una scelta coraggiosa rinunciando a portieri del calibro di Mogni ed Aliotta, per puntare su un giovane che dovrebbe arrivare dal sud?

FERRARI - La scelta del portiere giovane è stata fatta in funzione di poter utilizzare un giocatore più esperto in attacco. Per cui sono stati avviati contatti con la Reggina, dove è tornato Gabriele Martino, conosciutissimo direttore sportivo. 

- Ricordiamo che aveva portato al Derthona, gente del calibro di Pasqual, Dall’Acqua, Giust, Cester, Priolo ed altri

FERRARI - Per Marino non ci dovrebbero essere problemi e quindi i portieri giovani dovrebbero arrivare dal Sud. La rosa è stata integrata con il ritorno di Fabio Barbieri, e l’acquisto di Andrea Rabacci punta dal notevole bagaglio di reti. Poi la ciliegina sulla torta: l’ingaggio di Raffaele Giglio. Ci sono poi Orocini e Pagano il cui ingaggio è a buon punto ma ci sono ancora dei piccoli dettagli da risolvere, ma crediamo superabilissimi.

- In questi giorni abbiamo visto al Coppi, numerosi giocatori di proprietà del Derthona, che facevano parte della rosa o che hanno giocato in prestito, sappiamo che il Mister Civeriati, gradirebbe molto la conferma del bomber Pellegrini, 23 goal nella Polis?

FERRARI - Si Pellegrini è di proprietà del Derthona, ma la Polis vanta un diritto di riscatto e quindi valuteremo in questi giorni la sua posizione, come sono da definire le posizioni di Scali, Sacchetti e Massaro, che potrebbero andare a completare l’organico definitivo o essere ceduti in prestito, per Di Gennaro c’è la richiesta di riconferma da parte del Castellazzo.

- Nella stessa situazione c’è anche una pedina importante come Francesco Gerini?

FERRARI - Per il mister, Gerini è una pedina insostituibile e determinante per il futuro centrocampo bianconero, è stato contattato dal Pizzighettone in C1, ed è evidente che di fronte ad una richiesta in tal senso, verrà valutato il discorso anche nell’interesse del giocatore

- Una rosa già definita alla fine di Maggio, non succedeva da anni a Tortona

FERRARI - Si questo è dovuto alla voglia di Rossi e Valsorda di partire con una programmazione chiara e ben definita, la scelta immediata dell’allenatore poi ha definito le linee guida.

- Si è già fatto molto anche sotto il profilo organizzativo e logistico?

FERRARI – Sì, si è già fissato l’inizio della preparazione ed il ritiro, La squadra si ritroverà il 24 Luglio al Coppi, con un preritiro con sedute pomeridiane al Coppi, dopo di che dal 1 a 13 Agosto, si andrà in ritiro in un luogo ancora da definire, Si stanno anche rivedendo gli organici per quanto riguarda lo staff organizzativo, per cui però non sono previsti grosse sorprese, se non un riordino delle mansioni, che ultimamente lasciava un po’ a desiderare.


- Si è lavorato e si continuerà a lavorare tantissimo, per costruire un Derthona solido e vincente, con una struttura seria ed organizzata, anche perché le avversarie si stanno attrezzando per rendere la vita difficile

FERRARI - La squadra, non lo si può nascondere, è stata costruita per vincere il campionato, annovera tra le sue file giocatori che non sfigurerebbero anche in Interregionale. Sicuramente non sarà una passeggiata, a quanto si sente in giro sarà un Campionato più difficile di quello appena conclusosi, ci saranno altre formazioni di livello elevato, come la rilanciata Novese, il riconfermato Acqui, l’Asti, il Borgoseisa, il Gozzano ed il retrocesso Trino.






Il nuovo Direttore generale Luigino Ferrari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2000-2019 - Softcapp - www.derthona.it - Tutti i diritti riservati
Immagini, video e audio sono coperti da diritto d'autore e non possono essere
in alcun modo utilizzati senza l'esplicita autorizzazione di www.derthona.it

Powered by Floatbox